Scorpora l'IVA dal Prezzo Lordo e Calcola il Netto

Cos’è l’IVA

L’IVA, acronimo per Imposta sul Valore Aggiunto, è un’imposta introdotta a partire dal 1968 in molte Nazioni che si applica in percentuale sul valore aggiunto che si ottiene in seguito a cessione di beni o servizi.

L’IVA in Italia è stata introdotta nel 1972 con il DPR n.633/72 e costituisce oggi circa un terzo delle entrate tributarie complessive.

La percentuale IVA che lo Stato incassa sul valore aggiunto delle transazioni economiche è detta anche "Aliquota IVA" ed ha subito nel corso degli anni continui rialzi, fino ad arrivare al valore massimo del 22% tutt’ora in vigore.

Tranne pochissime eccezioni l’IVA grava praticamente su tutte le transazioni economiche come l’acquisto di materie prime per la produzione di beni, la vendita al dettaglio di prodotti, lo svolgimento di consulenze o prestazioni professionali ecc.

Cos’è lo Scorporo dell’IVA

Lo scorporo dell’IVA è una operazione molto frequente in contabilità e consiste nel calcolare l’importo "netto" a partire da un importo "lordo" conoscendo l’aliquota IVA.

Un importo o un prezzo a cui non è stata ancora aggiunta l’IVA si dice comunemente "netto" o "netto iva", mentre un importo o un prezzo a cui è stata applicata l’IVA si dice "lordo" o "ivato".

Come si Scorpora l’IVA

Applicando il calcolo percentuale e semplificando i vari passaggi si arriva ad una formula molto semplice per scorporare l’IVA:

N = L ÷ (1 + (Iva ÷ 100))

dove:

  • N è l’importo netto scorporato.
  • L è l’importo lordo comprensivo di IVA.
  • Iva è l’aliquota IVA in percentuale.

Nel caso in cui l’Iva sia espressa in notazione decimale (ad esempio: 0,22 anziché 22%) nella formula si dovrà eliminare la divisione per 100.

La formula può essere ulteriormente semplificata conoscendo una specifica aliquota IVA, come ad esempio quella in vigore attualmente (22%).

N = L ÷ (1 + (0,22))

che diventa:

N = L ÷ (1,22)

L’applicazione, oltre a scorporare l’IVA dal prezzo lordo per ottenere il prezzo netto, determina anche l’ammontare dell’IVA come semplice differenza tra i due importi.

Applicazioni pratiche

Lo scorporo dell’IVA si utilizza in tutti quei casi in cui si vuole conoscere il prezzo netto di un bene, ad esempio perché si vuole sapere in anticipo quanto costerà effettivamente un prodotto una volta recuperata fiscalmente l’IVA (la cosidetta "Iva a credito").

In altri casi, come ad esempio nel Calcolo del Prezzo di Vendita dal Margine Commerciale, il prezzo netto è necessario perché richiesto dalla formula di calcolo.


Esempi di calcolo

Come si scorpora l’IVA al 10% da € 1500,00.

Applicando la formula generale avremo:

N = € 1.500,00 ÷ (1 + (10 ÷ 100))

e quindi:

N = € 1.500,00 ÷ 1,1 = € 1.363,64
Pagina generata in 0.012 secondi