Calcola la Frazione di un Numero

Cosa significa calcolare la frazione di un numero

Calcolare la frazione di un qualsiasi numero significa determinare a quanto corrisponde la frazione rispetto al numero stesso.

Quando ad esempio si dice che in una successione ereditaria al coniuge spetta 1/3 (un terzo) del patrimonio, la frazione è stabilita per legge una volta per tutte e si applica in determinate determinate circostanze.

Al momento di quantificare l’eredità effettivamente spettante al coniuge, bisogna calcolare a quanto corrisponde la frazione di 1/3 rispetto al patrimonio complessivo.

Questa applicazione consente di calcolare la frazione di qualsiasi numero semplicemente inserendo il numeratore e il denominatore delle frazione ed il numero su cui calcolarla, con la possibilità di specificare anche i decimali per l’arrotondamento.

Come si calcola la frazione di un numero

Com’e noto, ogni frazione è sempre espressa come rapporto tra un numeratore A e un denominatore B.

Per calcolare la frazione di un numero N basta moltiplicare N per il numeratore della frazione e dividere il risultato per il denominatore della frazione stessa.

La formula per il calcolo è molto semplice:

    N × A
V = —————
      B

dove:

  • V è il valore della frazione calcolato sul numero N
  • A è il numeratore della frazione
  • B è il denominatore della frazione

Esempi di calcolo

Calcolare i
 3
———
 5
di 15380,20:

Applicando la formula per il calcolo vista sopra avremo:

    15380,20 × 3     46140,6
V = ————————————  = ————————  = 9228,12
         5              5
Calcolare
 1
———
 3
di 500:

Applicando la formula avremo:

    500 × 1     500
V = ———————  = —————  = 166,6666666666…
       3         3
con il 6 periodico che si ripete all’infinito.

Come si vede, in questo caso è necessario effettuare un arrotondamento che, ad esempio con 2 decimali, dà il valore 166,67.

Frazioni e percentuali

Vi è una stretta relazione tra percentuali e frazioni nel senso che entrambe sono formalismi diversi per rappresentare una stessa quantità rispetto ad un totale.

Ogni frazione può essere convertita in una percentuale e viceversa, al netto ovviamente dell’arrotondamento che necessariamente si deve fare quando concretamente si vanno ad effettuare i calcoli.

Ad esempio, dire il 50% oppure 1/2 (un mezzo) è praticamente la stessa cosa, mentre 1/3 (un terzo) non è esattamente uguale al 33% in quanto entrano in gioco i decimali e la risposta più corretta sarebbe 33,33333… % (con il 3 "periodico" che si ripete all’infinito come nell’esempio precedente).

Per approfondire l’argomento consulta questa pagina

Applicazioni pratiche

Come visto, una delle applicazioni pratiche del calcolo frazionario è in campo legale, quando si devono determinare le quote ereditarie per gli eredi con o senza testamento scritto. Tali quote, stabilite per legge, sono espresse in termi frazionari, ma quando si devono tradurre in valori monetari bisogna calcolare le frazioni rispetto al patrimonio complessivo.

Un altro ambito in cui si usano le frazioni è quello culinario, dove spesso nelle ricette le quantità sono indicate come frazioni rispetto ad un totale (1/5 di vino bianco, 1/3 di acqua ecc…).

Come si vede quindi, gli ambiti di applicazione del calcolo frazionario sono molteplici e sicuramente ognuno di voi si sarà trovato qualche volta nella necessità di calcolare a quanto corrisponde una frazione rispetto ad una determinata grandezza.

Pagina generata in 0.034 secondi